Salta al contenuto Passa al footer

Giovanni Cerri (Roma 1940-2021) è stato ordinario di Letteratura greca presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi “Roma Tre”. Nella sua produzione scientifica di storico della letteratura, della cultura e della filosofia greca si segnalano in particolare: Il linguaggio politico nel Prometeo di Eschilo. Saggio di semantica, Edizioni dell’Ateneo, Roma 1975; Legislazione orale e tragedia greca. Studi sull’Antigone di Sofocle e sulle Supplici di Euripide, Liguori Editore, Napoli 1979; Storia e biografia nel pensiero antico, Laterza, Roma-Bari 1983 (in collaborazione con B. Gentili); Platone sociologo della comunicazione, “Il Saggiatore” di A. Mondadori, Milano 1991 (Seeconda edizione: Argo, Lecce 1996); Parmenide di Elea. Poema sulla natura, BUR, Milano 1999; La letteratura di Roma arcaica e l’ellenismo, Casa editrice Aragno, Torino 2005 (in collaborazione con B. Gentili e S. Monda). È inoltre autore di due traduzioni letterarie: Omero, Iliade, “Classici Rizzoli”, Milano 1996, riedita poi nel 1999 nella collana BUR, traduzione cui fu conferito il premio “Città di Moselice”, XXVI edizione, 1996; Sofocle, Filottete, Fondazione Lorenzo Valla, Milano 2003. Per Argo ha pubblicato anche Dante e Omero. Il volto di Medusa.

Libri dell'autore