Salta al contenuto Passa al footer

Panait Istrati (Bucarest 1884 – 1935), figlio di una contadina rumena e di un contrabbandiere, vaga nella sua prima giovinezza per tutto il Mediterraneo. A Nizza è conosciuto da Romain Rolland, che ne intuisce il talento di narratore di storie, di fabulatore affascinante, quale solo l’Oriente da produrre. Istrati sceglie di scrivere in francese. Malato di tubercolosi, ritorna in Romania, sul finire degli anni Venti. Vi morirà prematuramente. Argo ha pubblicato Mediterraneo (al levar del sole), Mediterraneo (al calar del sole), I cardi del Baragan, Isaac. L’uomo che intrecciava filo di ferro.

Libri dell'autore