Salta al contenuto Passa al footer
In offerta!

Le politiche della cura

14.25

Informazioni aggiuntive

Autore

Genere

Pagine

196

ISBN

978-88-8234-334-0

Stato

Descrizione

Terapie, potere e tradizione nel GhanaDalla fine degli anni ’70 l’Organizzazione mondiale della sanità ha inaugurato una politica tesa alla legittimazione delle medicine indigene e alla loro integrazione nei sistemi sanitari dei paesi detti “in via di sviluppo”. contemporaneo

Dalla fine degli anni ’70 l’Organizzazione mondiale della sanità ha inaugurato una politica tesa alla legittimazione delle medicine indigene e alla loro integrazione nei sistemi sanitari dei paesi detti “in via di sviluppo”. Questo libro, frutto di una lunga ricerca sul campo, analizza come tale dinamica globale si sia tradotta in un contesto locale: quello del Ghana. In questa prospettiva si discute di come i terapeuti tradizionali si posizionino all’interno di un sistema medico caratterizzato da un’offerta terapeutica plurale: quella della biomedicina, quella dei profeti delle chiese indipendenti, e quella delle terapie tradizionali. Le posizioni occupate dai singoli attori sono di volta in volta negoziate e discendono dai complessi rapporti che si strutturano entro il campo delle terapie. Rapporti che riflettono più ampie relazioni sociali, forme egemoniche e strategie controegemoniche. In tale contesto, e utilizzando anche una prospettiva cronologicamente profonda, si discute di quale sia il senso e il valore, anche operativo, della medicina tradizionale e di come le attuali dinamiche di mutamento al suo interno vadano lette in un ambito sociale e poolictico più globale. A partire da ciò e dal binomio malattia/terapia, centrale in questo volume, si discutono alcuni elementi del dibattito antropologico contemporaneo: il rapporto locale-globale, la governance negli Stati postcoloniali, la costruzione della tradizione e della autenticità.